Telefono (+39) 0833.77.28.63 Cellulare/Mobile 392/9604826
Ti trovi qui:Territorio»Itinerari»Itinerario storico culturale a Matera

Itinerario storico culturale a Matera

  • Posted on:  Lunedì, 18 Gennaio 2016 13:11

I Sassi appaiono come un mucchio di brutte abitazioni di pietra sbiadita. Dietro tale facciata si nascondono i Sassi, ovvero grotte abitate fin dal Paleolitico e che raccontano povertà, disagio e lotta per la sopravvivenza.

La storia ed il riscatto

La città è raccontata nel libro di Carlo Levi, Cristo si è fermato a Eboli (1945). La Basilicata era un luogo dove Dio era assente, dove la magia e il paganesimo prosperavano. All'interno delle case-grotte, grandi famiglie vivevano insieme al bestiame. Negli anni '50 non c'era ancora né elettricità, né acqua. Grazie alle rivelazioni del libro di Levi, la popolazione che viveva in condizioni disumane, fu trasferita in abitazioni moderne in città.

Strano ma vero, la vergogna attirò visitatori da ogni dove. Matera, ormai famosa per la sua unicità, patrimonio dell’UNESCO dal 1993, nota ai giorni nostri per il film di Mel Gibson del 2004, "La Passione di Cristo", è un territorio tanto aspro tanto ammirevole. Queste case scavate nella pietra, sembrano un presepe gigante. Molte abitazioni sono state trasformate in dimore accoglienti, ristoranti e hotel.
Il modo migliore per vivere Matera è girovagare per i vicoli labirintici e le strade dei due quartieri, Sasso Barisano e Sasso Caveoso.

Le chiese rupestri scavate dai monaci in fuga dalle persecuzioni Bizantine, conservano affreschi sbiaditi realizzati a partire dal VIII sec. fino al XIII secolo.

Un percorso unico tra storia e cultura

L'itinerario di visita non può non partire dalla centrale Piazza Vittorio Veneto (1880).

Da qui si procede verso la chiesa di San Francesco d'Assisi (1200), un esempio di barocco costruito su un'antica cripta sotterranea.
Poco distante c'è Piazza Sedile, l'antico centro politico e amministrativo della città, dominata dal Palazzo del Sedile, che le dà il nome.
Via Duomo è la strada di accesso principale alla città.

La Cattedrale di Santa Maria della Bruna e Sant'Eustacchio è il maggior luogo di culto cattolico. In stile romanico del XIII secolo, sorge sul punto più alto della città (o Civita).
Le Chiese Rupestri di Santa Maria della Virtù e di San Nicola dei Greci regalano affreschi di ottima fattura.
Porta Pistola è il punto dal quale si può comprendere la morfologia di questo territorio aspro e ammirare la scena naturale del film di Mel Gibson.

Il Cimitero barbarico è un'antica necropoli scavata nella roccia, nel cuore del Sasso Caveoso. Le tombe sono piccole perché l'altezza media degli uomini, a quel tempo, era inferiore a quella di oggi.
Matera è ricca di negozi di maestri artigiani così come di trattorie dove poter degustare i prodotti tipici della cucina regionale.

 

Letto 465 volte Ultima modifica il Giovedì, 28 Gennaio 2016 18:31

Contatti

Contatti

Richiedi Preventivo

Preventivo on line

 

Strutture Consigliate

Le ultime dal blog