Telefono (+39) 0833.77.28.63 Cellulare/Mobile 392/9604826
Ti trovi qui:Territorio»Eventi»Le sagre del Salento da non perdere nel mese di Agosto

Le sagre del Salento da non perdere nel mese di Agosto

  • Posted on:  Giovedì, 28 Luglio 2016 00:00

Vivere il Salento nel mese di agosto, significa trovarsi nel pieno della sua attività turistica, che offre una molteplicità di serate incentrate sulle tradizioni culinarie, musicali e culturali. Durante una vacanza nel corso dell’ottavo mese dell’anno, potrete scegliere tra una serie di feste e sagre, dove ammirare e assaporare i suoni e i colori di questa terra.

In maniera particolare, le sagre nel Salento sono tra gli eventi più “ghiotti” che consigliamo di non perdere per conoscere le ricette tipiche, incentrate sugli alimenti prodotti in loco.

Le principali sagre di Agosto

Si parte la prima settimana di agosto, con la sagra di Ortelle, piccolissimo paese nelle vicinanze di Castro. Qui ci sarà la “Sagra della Pirilla”, tipico panino caratteristico di questa zona e di altre del Salento, preparato ancora dalle mani delle brave massaie locali. Si tratta della celebre “puccia”, ad Ortelle chiamata “pirilla”, che può essere farcita con salumi e formaggi, oppure con olio e olive locali, o con carne, preservando sempre e comunque il proprio eccellente gusto. Non mancheranno serate incentrate sulla buona musica popolare.

A Melendugno ben 4 giorni attendono i turisti con la “Sagra te lu purpu”, il 2-3-4 e 5 agosto. Il polpo sarà preparato nei modi più diversi, da quello fritto a quello con le patate fino ad essere usato come condimento di pasta fresca, che ne esalta ulteriormente il sapore. Il cibo non può non essere affiancato alla musica e al folklore locale: sono, infatti, previsti per tutte le 4 serate concerti musicali incentrati sulla tradizionale “pizzica”.

Sempre durante i primi giorni di agosto, e precisamente il 2 e il 3, a Zollino ci sarà la “Sagra della Sceblasti”, che è una tipologia di pane, tipico di queste zone, preparato con numerosi ingredienti: olio, cipolla, olive, zucca e peperoncino, mischiati alla farina di grano. Somiglia molto a una focaccia e, in altri comuni del Salento, viene chiamata “Simeddha”. Anche in questo caso, non mancherà l’accompagnamento musicale, che andrà in scena nell'atmosfera accogliente di questo piccolo centro.

Il 7 agosto, tutti alla "Sagre Agreste" di Corsano. Giunta ormai alla sua X Edizione, è una dei punti cardine della Sagre Salentine. La contrada "Pozze" accoglierà nel suo magnifico e caratteristico paesaggio i tanti turisti e tutti coloro che ogni anno animano la sagra.

Il 9 di agosto sarà la volta della “Sagra te Ciceri e Tria”, ad Ugento, paese sulla costa ionica della provincia. Si tratta di una delle tipologie di pasta più peculiari della Terra D’Otranto. La ricetta ricorda quella delle tagliatelle irregolari, in parte fritte, cotte in umido con i ceci, che sono rigorosamente preparati a fuoco lentissimo nella classica “pignata” in terracotta. Lo stesso piatto, insieme a molti altri, lo potrete gustare a Tiggiano, il 13 di agosto, in occasione della “Sagra delle 4 pignate”.

Oltre alla pasta e ceci, ci sarà anche quella con i fagioli e con le fave, ma anche le pittule, le verdure grigliate, la trippa alla pignata e tanti dolci, tra cui i "porcedduzzi" (gli struffoli salentini). Molte delle ricette tradizionali potranno essere gustate anche dai celiaci, che avranno uno stand a loro dedicato.

Gli appuntamenti con le sagre del Salento continuano a Seclì, il 17 e il 18 agosto, dove ci sarà la Sagra te la Carne te Cavaddhu, qui particolarmente rinomata. I piatti da gustare saranno tra gli altri le polpette, la bresaola, gli involtini, le salsicce, a base di carne equina e non solo.

Saranno 6 i giorni dedicati alla Sagra te la Pittula e te lu Purpu, a Gallipoli, dal 20 al 25 agosto. Pesce fresco locale e le pittule, panini da mangiare anche solo con olio e sale, oppure da farcire con salumi, formaggi e verdure sono solo alcuni dei gustosi sapori in cui potrete imbattervi. Durante tutte le serate ci saranno spettacoli in musica di vario genere, senza mai trascurare quella popolare e il ballo della pizzica.

Proprio la Sagra della Taranta e della Pizzica allieterà i turisti il 21 di Agosto, a Salve. Questi balli sono il cuore delle tradizioni e quindi non possono mancare di essere omaggiate insieme al buon cibo locale.

La Sagra della Municeddha: must salentino

Una delle sagre più attese di tutto il Salento, è la Sagra della Municeddha, che si tiene ogni anno nel piccolo paesino di Cannole. Ormai di fama nazionale, la sagra si svolgerà il 10, 11 e 12 agosto e sarà interamente dedicata alla lumaca, proposta in tantissime ricette della tradizione. Si tratta di un piatto dal sapore ghiotto ed unico, che potrete assaggiare soffritte, al sugo o arrostite.

Il loro nome "monachelle" prende origine proprio dall'opercolo che producono e che somiglia al copricapo delle suore. Oltre al piatto principale non mancano gli altri prodotti locali come la ricotta forte, la peperonata, il pane cotto a legna e la carne arrosto. Il tutto sarà accompagnato da ottimo vino, suoni e colori, che da sempre rendono unica questa grande festa del Salento.

Letto 854 volte Ultima modifica il Giovedì, 28 Luglio 2016 19:08

Contatti

Contatti

Richiedi Preventivo

Preventivo on line

 

Strutture Consigliate

Le ultime dal blog